Dublin Calling: Generazione in Fuga

Libri
By on 4 gennaio 2017

Dublino è una città strana, ti accoglie con un abbraccio ma ti schiaffeggia con il suo freddo. Chiunque abbia vissuto la condizione di migrante in questa città sa bene che rapporto si instaura. La si ama e la si odia. Una relazione contrastante sempre in bilico nel confronto con la propria terra natia. Eppure, nonostante tutto finisci per innamorarti di Dublino, della sua gente, della sua anima cordiale e informale. Perché davvero qui tutti hanno un’opportunità di sviluppo sia personale che lavorativo.

Robert Sanasi

Robert Sanasi, è atterrato a Dublino prima di me. E’ arrivato come tanti altri che al giorno d’oggi partono pieni di speranze e sogni, con un piccolo gruzzoletto in tasca. Ed è rimasto intrappolato in quello che lui sapientemente ha chiamato Dublin Calling. Un sentimento che cresceva spontaneo ogni volta che credeva conclusa la sua avventura irlandese. Come due fidanzati che si lasciano ma che non riescono a stare separati, alla fine lui tornava sempre da lei. Le ha persino dedicato un libro, da instancabile romanticone italiano.

Dublin Calling - Generazione in fuga

La storia di Jack, il protagonista, inizia come tante altre. Partito da un piccolo paesino di provincia del sud Italia arriva in una capitale europea senza soldi per mettere la testa a posto. Trovare un lavoro, mettere su casa, e forse famiglia. Invece scopre che può vivere un’avventura degna delle parole cantate dal suo idolo, il Boss, perché sembra proprio che lui sia “Born to run”.

Governato da un’irrequietezza kerouachiana, come un moderno girovago fra le vie di Dublino si divide fra la vita in ufficio e la notte fra i pub. E l’immancabile incontro con le donne, che lui ama profondamente, anche solo per una notte. Il suo racconto procede veloce, senza tanti fronzoli Robert descrive bene le emozioni di un migrante italiano. Dalle soddisfazioni lavorative che stentavano ad arrivare prima di partire, alla rabbia o nostalgia cui ogni emigrato deve far fronte.

Dublin Calling è certamente la storia di tanti, troppi italiani che stanchi della propria condizione decidono di lasciare famiglia, amici, e ogni certezza per cercare di ottenere il meglio che la vita possa offrirgli.

Facebook Comments
TAGS

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

chi-sono-why-not
Alberto

The Travel Blog of a “Down to the Earth Dreamer”

Who want to travel around the world following the question: “Why not?”

Misterbandb 300x600 hosten
Social
Newsletter

Instagram
  • Starting point for the labyrinth of Horta
Barcelona
  • "Some Cupid kills with arrows, some with traps" 💘
  • Barcelona - Labyrinth de Horta 🏞️
Here I've discovered a paradise, just out of the city. A park that brings you in ancient times... When they were used to have fun within the wall of a villa. Enjoying the open air and trying to escape from the labyrinth. 🐂
.
---------------------------------------------
🔥 Find more on my blog!🔝
----------------------------------------------
Follow me on Facebook
____________________________
#barcelonaonline #wonderlustbarcelona #barcelonastravel #ilovebcn #topbarcelonaphoto #cityofbarcelona #thisisbarcelona #travel #instatravel #instagood #aroundtheworld #travelblogger #travellife #citybestshots #cbviews
#gaytraveler #barcelonagram #barcelonacity #bcn #barcelona_turisme #catalunya #igersbarcelona #barcelonalovers #visitbarcelona #igerscatalunya #bcnlovers #ig_barcelona #barcelonamagazine #barcelonaonline #imtb
  • And this is the end of the world! Well, the medieval world... Still now this is the final goal of a pilgrim on the Saint James way! This is the most magical place I've seen till today.
_____________________________
Read all my experience
Link in bio for info and tips
__________________
#caminosantiago #thewayofsaintjames #elcaminodesantiago #caminodesantiago #vivecamino #elcaminopeople #caminofrances #peregrinos #santiago #compostela #pilgrim #buencamino #pilgrimage #gayspain #gaytravelblog #gaytravels #gaytraveler #travelgay #gaytravelblogger
  • Santiago de Compostela
10 October 2016

I would have never imagined that walking through floor I would have felt so peaceful. Those last steps till the cathedral gathered the whole steps I did since Saint Jean Pied de Port. All steps that enclosed my life in a dream lasted 30 days. 
Then, on that floor I was born again. 
_____________________________
Read all my experience
Link in bio for info and tips
__________________
#caminosantiago #thewayofsaintjames #elcaminodesantiago #caminodesantiago #vivecamino #caminofrances #peregrinos #santiago #compostela #pilgrim #buencamino #pilgrimage #gayspain #gaytravelblog #gaytravels #gaytraveler #travelgay #gaytravelblogger
  • Two year ago I was about to arrive in Santiago de Compostela after 30 days.
The 30 days hardest of my life. The Camino is not just a trekking, it's a full immersion in your essence. It can be your faith, your pain, your challenge. I know why I've done it and I know how I've been felt at the end of the route: powerful! We can do anything we want if we really believe it! 
Then... Take your shoes and go walking!
__________________
#elcamino #elcaminodesantiago #caminodesantiago #vivecamino #peregrinos #santiago #compostela #pilgrim #buencamino #pilgrimage #gayspain #beardedgay #gaytravelblog #gaytravels #gaytraveler #travelgay #gaytravelblogger