Irlanda Preistorica – Cercasi nome per nuovo tempio megalitico

Archeologia Itinerari di Viaggio

This post is also available in: enEnglish

Scoperto un altro tempio megalitico circolare in Irlanda. Una nuova Stonehenge scoperta grazie alla siccità straordinaria vicino il sito UNESCO di Newgrange.

L’Irlanda è chiamata l’Isola di Smeraldo o l’Isola Verde. Tutta l’isola infatti sembra essere ricoperta di un’enorme distesa di prato verde intenso che non finisce mai. Eppure quest’anno qualcosa è cambiato. Una forte siccità sta mettendo a rischio questo appellativo. Nonostante sembra strano parlare di siccità in questa parte del mondo la notizia del momento è un’altra.

Foto @Mythical Ireland

Qualche giorno fa, lungo la valle del Boyne e vicino al famoso sito di Newgrange, è stato scoperto un altro sito archeologico importantissimo. Un altro Tempio megalitico circolare simile a Stonehenge secondo quello che dicono preliminarmente gli archeologi. La scoperta è stata fatta da Anthony Murphy, esperto di miti e antichità irlandesi e ha dedicato la sua vita a questa passione sul suo Blog, e Ken Williams, un bravissimo fotografo di Shadows and Stone.

La valle del Boyne

La valle del Boyne (detta anche Brú na Bóinne, ovvero “Dimora del Boyne”) è una valle fluviale che custodisce alcuni dei siti preistorici più importanti d’Irlanda e del mondo. Si trova a 40km da Dublino ed è facilmente raggiungibile con macchina o tour organizzati. È famosissima per i suoi tre grandi tumuli (Newgrange, Knowth e Dowth) ma custodisce ben 90 monumenti del neolitico costruiti da una civiltà contadina preceltica.

Newgrange è l’edificio più imponente e spettacolare, si tratta di una tomba a corridoio risalente al 3200 a.C. sormontata da un tumulo di pietre che ha un diametro di 80m. È un sito preistorico che porta con sé tanti misteri e leggende che hanno affascinato tanti viaggiatori.

Scopri di più su Newgrange

Anthony Murphy bazzica spesso nella Valle del Boyne, una valle già ricca di testimonianze preistoriche, e il 10 luglio si trovava proprio lì con il suo drone per effettuare qualche volo di ricognizione insieme al suo amico. Sul suo blog racconta bene come si sono svolte le cose, di come proprio il giorno prima stava sistemando la cisterna dell’acqua danneggiata dal calcare dovuto alla siccità.

Le immagini catturate dal drone sono molto chiare, la sagoma che si vede fra l’erba è chiaramente quella di un tempio circolare. Secondo le prime stime sembra sia enorme e che possa essere datato al 4500 a.C. ma solo ricerche archeologiche più approfondite potranno stabilirlo. Adesso possiamo solo rimanere incantati da queste immagini che svelano di nuovo quanto è affascinante la terra d’Irlanda e cercare il nome giusto per questo nuovo sito archeologico.

TAG

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: