Barcellona Insolita #1 – Parco del Labirinto di Horta, un paradiso appena fuori dalla città

Itinerari di Viaggio Luoghi

This post is also available in: enEnglish

Cosa vedere a Barcellona oltre la Sagrada Familia e la Rambla

Barcellona è una delle città europee più visitate e più amate, soprattutto da noi italiani. Le ultime stime parlano di 5,5 milioni di visitatori all’anno. Eppure, negli ultimi anni è partita proprio da Barcellona un’ostilità contro il turismo. Troppo chiasso, troppa gente e soprattutto troppe speculazioni. È vero, la massa si concentra sempre in quei pochi luoghi WOW che devono essere presenti a tutti i costi nel proprio feed di Instagram.

Labirinto di Horta

Ma se solo allunghi il naso un po’ fuori dai soliti circuiti turistici ti puoi immergere in quella che è la vera essenza di un luogo.

Qui ti racconto di un luogo appena fuori dal centro di Barcellona. Si tratta di una Villa nobiliare con annesso giardino costruita in un tempo in cui ci si divertiva lontano dalla Rambla. Il sabato sera non si passava fra i vicoletti del Born cercando tapas e cicchetti. Piuttosto si scappava dal caos cittadino preferendo una vita agiata fra giardini lussureggianti e pettegolezzi di palazzo.

Parco del Labirinto di Horta

Il Parco si trova a nord della città, ai piedi delle colline del Collserola che circondano e difendono tutta Barcellona. Quella che fino a non molto tempo fa era aperta campagna adesso è inglobata nella periferia della città.

È costituito dalla villa della famiglia nobiliare dei Desvalles e un parco diviso in due parti: un giardino neoclassico e uno cosiddetto “Romantico”.

Il Giardino Neoclassico

Tutto è nato dal genio creativo di Joan Antoni Desvalls e d’Ardena (Marchese di Lupìa, di Poal e d’Alfarras) e l’architetto italiano Domenico Bagutti. Nel 1791 iniziarono a costruire questo fantastico giardino, iniziando proprio dal labirinto, il perno centrale di tutto il parco.

Un luogo di grande fascino con la statua di Eros al centro, che forse vuole raffigurare l’amore come un traguardo a volte difficile da raggiungere.

labirinto horta

Tutto il complesso si sviluppa su tre terrazze, la prima occupata dal labirinto. Se riuscirai ad uscire dal labirinto ti troverai al cospetto della ninfa Echo racchiusa nella sua grotta. Potrai quindi salire sulla seconda terrazza con i due tempietti votivi dedicati a Danae e Arianna da sempre associata ai labirinti. Nella terza terrazza invece si trova un laghetto artificiale e una fontana dedicata alla ninfa Egeria.

Labirinto di Horta

Il Giardino Romantico

Nel corso degli anni i discendenti del marchese hanno man mano ampliato il giardino costruendo il cosiddetto “Giardino Romantico”. Si sviluppa a ovest del labirinto e seguendo i suoi sentieri ti puoi perdere fra aiuole ricche di fiori e alberi altissimi. E’ un giardino molto diverso da quello neoclassico, qui niente linee, nessuna prospettiva o frons scenae. Questo è costruito per essere un po’ più introspettivo, il tipico giardino da passeggiata romantica.

Info Utili:

Come Arrivare:

Metro L3 – Fermata Mundet:

Molto comoda perchè la fermata è a un centinaio di metri dall’entrata principale del parco

Bus:

Arrivano diversi autobus, dipende dalla vostra posizione in città

Prezzo Biglietto:

Intero 2,23 €

Ridotto 1,42 €

Orari: 

Dall’1 Aprile al 31 Ottobre  – 10:00 / 20:00

TAG

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: